Elena Celeste vince il 4° Campionato Nazionale Half Ton Classic 2012-Mahyma Half Ton Trophy

11 06 2012

Splendida vittoria di Elena Celeste di Massimo Morasca al Mahyma Half Ton Trophy-4° Campionato Nazionale Half Ton Classic 2012, con un buon margine di 4,5 punti sul velocissimo Rangiriri di Claudio Massucci e su l’incredibile Purchipetola di Domenico Rega finiti a pari merito.

Un campionato bellissimo di vera vela, con due giornate nelle quali si sono disputate cinque prove a bastone, dove EC rischia di fare l’en plein aggiudicandosi ben quattro prove, e la regata di altura di 76 miglia Anzio-Ponza-Anzio con una prima parte caratterizzata da 35 miglia di bolina con vento che durante i groppi è arrivato  a 22 nodi e mare formato, vinta da Purchipetola, con al secondo posto Loucura il Farr 31 di Fabrizio Gagliardi ed al terzo il mitico Rangiriri che vince in reale aggiudicandosi l’ambita Coppa Peppino Morasca.

Nei prossimi giorni vi racconteremo l’evento con tutti i protagonisti e le immagini piu’ belle. Classifiche su   http://www.cvroma.com/cv_file/regata/regata_31.php

Comunicato stampa su FV:http://www.farevela.net/2012/06/06/gli-half-ton-ad-anzio-per-il-mahyma-classic-trophy/

Comunicato stampa su HT-Europe:http://www.belgi.net/halfton/news.htm

L’equipaggio di EC concentrato sotto spi

Elena Celeste precede Loucura il Farr 31 di Fabrizio Gagliardi, durante una regata a bastone

Anzio 7 – 10 giugno 2012

4° Campionato Nazionale Mahyma Half Ton Classic

E’ finito.

Sono passate con la velocità di un soffio di vento queste quattro giornate di sport, di mare e di passione…e che vento…

Anzio non si smentisce mai, il campo di regata è una garanzia, il Comitato di Regata è sempre all’altezza ed i concorrenti…quelli sì che sono stati eccezionali!

Quest’anno abbiamo avuto l’onore di ospitare ben 10 agguerritissimi Half Tonners che si son sfidati in due giornate di regate a bastone e nella classica regata lunga Anzio-Ponza-Anzio.

Molti appassionati, ormai, ci seguono sin dalla prima edizione del Campionato, mentre nuovi armatori e nuove imbarcazioni si sono affacciati alla competizione.

E’ il caso di Rangiri Gunboat, gloriosissimo Half Ton vincitore del Mondiale Half Ton Cup del 1977 su progetto di un tale Farr che, di lì a qualche tempo, sarebbe diventato uno dei progettisti di maggior fama. Claudio e la sua famiglia sono gli orgogliosi armatori di questo gioiello della nautica, dalle linee filanti e dalla velocità sorprendente. Rangiriri si è comportata egregiamente classificandosi al 2° posto overall e vincendo il Trofeo Peppino Morasca Line of Onour in quanto Prima in Reale nella regata lunga.

Loucura, riportata alle regate, dopo un lungo restauro, dalla passione e dall’amore di Fabrizio è un Farr 31, naturale evoluzione del progetto di Rangiriri. Ancora con un equipaggio tutto da “amalgamare” ha chiuso con un onorevole 4° posto overall che, al debutto, è decisamente un buon risultato, classificandosi al 2° posto nella lunga.

Un ritorno importante e graditissimo è stato quello del Pipito, il balanzone di Marco ed Alessia, che dopo qualche tempo di riflessione è tornato all’altezza delle caratteristiche che lo contraddistinguono…con vento forte non ce n’è per nessuno! Bravissimi, ottimo 6° posto overall.

Il Campione uscente 2011 Eulimene ed i suoi simpatici armatori, quest’anno non erano al meglio, d’altronde gli Half Tonner sono barche difficili, a volte capricciose e spesso mettono a dura prova la pazienza dei propri appassionati.

Anche l’ardente fiamma di Flama quest’anno non ha illuminato il campo di regata, Giacomo & co. dovranno aver la pazienza di riportare la vincitrice della prima edizione del Campionato ai fasti di un tempo…noi tutti l’aspettiamo.

Cicci 7, altresì, è una certezza. Il rosso scafo del Comet 910 n. 0 condotto dall’abile mano di Paolo, sarà nominato campione di acrobazia. Emblematica la foto, che diverrà simbolo di questo Campionato.

L’equipaggio di Cicci 7 ripara una sartia in avaria durante la regata lunga

Menzione particolare ai nostri “Donaldi”! I paperini di Donald Duck che hanno rappresentato, meglio di chiunque altro,  lo “Spirit” di questa di Classe. Bravi!

E poi c’è Prydwen. Sembrava volare quest’anno ma non è mai riuscita a decollare. Serviranno allenamenti, fiducia nei propri mezzi e…perché no…magari anche una manciatina di fortuna. Alla prossima!

Purchipetola…qui necessita aprire una lunga parentesi. A prescindere dall’importante risultato ottenuto: 3° posto overall ed un magnifico 1° posto in compensato nella regata lunga, questa barca ed il suo armatore, in questa edizione, ci hanno regalato un’emozione in più. Ci ho messo due giorni netti a leggere “Correrò per sempre”, bellissimo affresco di una vita vissuta, a volte consapevolmente, altre volte meno, nella passione per la libertà, per il mare, per la vela. Profondo, introspettivo, combattuto, è il diario in cui ognuno di noi può ritrovare parte della sua vita, che sia un calcio ad un pallone, una corsa, una canzone. Perché ognuno di noi può essere Eroe anche per un solo giorno. Ed io sono sicura, che alla fine della “lunga” in prossimità della linea di arrivo, con il timone stretto in mano, tra le pieghe del vento tu abbia sentito  sussurrare una voce che diceva: “Bravo Domé…ce l’hai fatta!”

Ed infine, onore ad Elena Celeste! In testa sin dalla prima giornata, con quattro primi posti su cinque regate al termine dei bastoni, il nostro one-off in lamellare, ha ancora una volta dimostrato grande forza e determinazione. Massimo, nocchiero impareggiabile, ha ormai “cresciuto” un equipaggio che si muove in totale sinergia con il suo timoniere. Bravi tutti e complimenti per avere riconquistato il titolo!

Tra una regata e l’altra, malgrado, il ferreo calendario imposto dal Comitato di Regata, come di consueto, magistralmente presieduto da Mario, equipaggi ed armatori hanno trovato il tempo di rinsaldare la propria passione in momenti di assoluta spensieratezza e condivisione, nel corso della colazione da Elisabetta al Porticciolo, dell’Happy Hour al Malaga ovvero alla Cena di Gala nella splendida cornice del Paradiso sul Mare.

Un ringraziamento speciale va al Main Sponsor della manifestazione, senza il cui importante contributo tutto questo non sarebbe stato possibile organizzare: MAHYMA. Maurizio ed Alessia ci sono sempre stati vicini condividendo con noi ogni aspetto dell’evento. Grazie!

L’ultimo pensiero lo rivolgo a tutti Voi cari Half Ton croce e delizia di ogni armatore, senza di voi andar per mare non avrebbe lo stesso significato.

W gli HT!

marina

Cliccare sulle foto per ingrandirle.

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: