Invernale Anzio 2007-2008. I manche. Seconda e terza prova

Seconda e terza prova per i tre HT impegnati nel Campionato Invernale di Anzio.
Elena Celeste ha ottenuto un terzo ed un quinto posto overall,
dimostrando un buon passo ma ancora non sufficiente per vincere su
Marlin Blu,un First 31.7 apparso di poco più veloce.
Buona la quarta prova svoltasi con 14-16 nodi da N-NW per Prydwen e
Pipito che hanno concluso rispettivamente al 9° ed al 10° posto
overall, in difficoltà invece i due HT nella terza prova che si è
svolta con 9-10 nodi da NW: Prydwen ha avuto problemi di equipaggio
(mancava il prodiere), Pipito invece non è stato abbastanza veloce
probabilmente per un problema di vele.

Nel complesso la preparazione degli equipaggi sta migliorando, c’è ancora molto da lavorare nella messa a punto delle barche in particolare delle vele. Forza ragazzi , allenarsi con costanza e passione!

Annunci

4 responses

19 11 2007
Secondo w.e. invernale di anzio! « Halfton Class Italia

[…] Ecco il resoconto che trovate come sempre nella sezione Campionati invernali […]

20 11 2007
Max

Finalmente due belle regate con vento anche se da terra e quindi molto rafficato.
Nella prima regata del w.e il vento era sugli 8-10 nodi,abbiamo fatto una buona partenza in boa e siamo rimasti sempre in contatto con i primi della flotta, le boline non sono state facili per i frequenti salti di vento, non abbiamo fatto grossi errori tenendoci sempre sulla sinistra del campo dove c’era più pressione.
In poppa abbiamo camminato bene strambando al momento giusto ed abbiamo raggiunto il First 31.7.Un errore tattico nella terza bolina ha permesso al nostro avversario di batterci per 35 secondi.
Nella seconda prova corsa con vento tra i 14 ed i 16 nodi forse siamo stati troppo conservativi nella scelta del genoa (il 3),sta di fatto che non eravamo molto veloci di bolina. Poi però abbiamo cambiato con il 2, abbiamo camminato meglio ma non tanto da recuperare lo svantaggio.
Nel complesso c’ è ancora molto da lavorare, forza ragazzi alleniamoci insieme!

Max

21 11 2007
Marina

Eccoci qui, dopo il gelido w.e. di regate. Purtroppo gelido lo è stato anche nei risultati… Sabato, seppur consci dell’assenza del prodiere, è stata la mancanza di organizzazione a farsi sentire, ci siamo lanciati nell’avventura senza aver prima pianificato i ruoli ed alla fine ci siamo ritrovati con due uomini a prua fissi e due donne nel pozzetto a manovrare!!! Sembrerà una consolazione ma è stata una lezione che difficilmente dimenticheremo: briefing e debriefing sono più importanti di quanto si possa immaginare. Fidatevi!
Domenica, annoveriamo un 9° posto che in parte ci soddisfa poichè riteniamo di aver condotto una buona regata, pochi errori e sintonia dell’equipaggio questa volta si son fatti sentire. La partenza è stata “spettacolare” e dal punto di vista tattico ci siamo difesi con onore. Perchè mai dunque un 9° posto? Abbiamo rischiato poco, siamo ancora novellini in fondo, ed è stata la prima volta che abbiamo regatato con vento teso e rafficato, la scelta del fiocco olimpico – in prestito 🙂 – ci ha sicuramente penalizzato in velocità soprattutto nei confronti di quelle imbarcazioni che non hanno temuto di mantenere un assetto “light”, ma ci ha permesso di confrontarci con noi stessi: per la prossima saremo in grado di rischiare qualcosa in più soprattutto a livello mentale. Aspettateci, stiamo arrivando…………..

22 11 2007
marco - pipito

anche noi del pipito siamo contenti.
contenti perchè stiamo migliorando, ed i margini sono ancora enormi.
il nostro obiettivo, prima del campionato, era quello di imparare a condurre la barca in equipaggio.
poi, iniziato il campionato, al precedente obiettivo (che resta imprescindibile) si è aggiunto quello di arrivare prima della scadenza del tempo limite.
domenica non solo abbiamo centrato il traguardo, ma addirittura siamo riusciti a lasciare sulla nostra poppa un’altra barca…
il prossimo, obiettivo, non me ne vogliate, sarà arrivare prima degli altri half!
una domanda: ma se si iscrive all’invernale alfa romeo o un classe libera del garda il tempo limite rimane lo stesso?
mi sembra che l’organizzazione debba riflettere su questo.
comunque, considerato che le vele del pipito sono un pò andate, che l’equipaggio è in via di affiatamento, che ad ogni uscita qualcosa si rompe a causa della vetustà, direi che possiamo ritenerci soddisfatti.
e poi, confrontarci con altri due half ton nella cornice del golfo di anzio che in inverno è bellissimo e regala giornate eccezionali per la pratica dell’amata vela, ci riconcilia con il mondo e noi stessi.
ad maiora
marco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: